Al mare con il cane, i consigli per farlo stare bene

Pubblicato il 11 July 2017

Se porti il tuo cane in spiaggia con te, devi seguire poche ma importanti regole affinchè tutto vada bene

Fun & Travel

Al mare con il cane, i consigli per farlo stare bene


L’estate è alle porte, con tutto il suo carico di mare, sabbia e sole. Portare Fido in spiaggia può essere divertente, anche perché sono sempre più numerose le strutture dog friendly. Per far stare davvero bene il proprio amico a quattro zampe, però, bisogna avere qualche attenzione, soprattutto riguardo al caldo che potrebbe patire e alle scorribande in acqua.


Sotto questo sole … meglio proteggersi bene!


Partiamo da un presupposto: i problemi che il tuo cane può soffrire in spiaggia non sono molto diversi dai tuoi. Il sole che picchia forte, il caldo a volte eccessivo, la sabbia che scotta e si infila un po’ ovunque: sono tutte cose che danno fastidio anche a te e da cui dovete proteggervi entrambi. Tu però sei autonomo, lui no, te ne devi prendere cura. Quindi, prima di metterti in viaggio verso lidi lontani o vicini, prepara una borsa da mare anche per lui, con dentro un asciugamano da mettere sulla sabbia per non scottarsi, ciotole e bottiglie di acqua da bere, qualche snack leggero, un parasole, una spazzola. Per proteggere il proprio cane dal sole può essere utile una crema solare veterinaria, da spalmare sulle parti senza pelo (sotto zampa, addome, orecchie, muso, ecc). Fai attenzione a non usare prodotti pensati per l’uomo ma solo creme specifiche. Mentre siete sdraiati al sole (ma lui è meglio stia all’ombra) fallo bere spesso e magari bagnagli il pelo con delicatezza, per mantenerlo idratato e fresco. In generale, comunque, cerca di evitare la spiaggia nelle ore più calde.


Leggi anche: In vacanza con il cane


Il cane e l’acqua: divertimento assicurato


Ora che ti sei abbrustolito un po’ al sole, è arrivato il momento di portare il tuo fedele amico a fare una passeggiata e magari anche un bel bagnetto. Quasi tutti i cani hanno un buon rapporto con l’acqua, quindi non puoi negargli il piacere di questo divertimento. Anche in questo caso, però, ci sono alcune cose a cui prestare attenzione. Ad esempio, anche per i cani, come per gli uomini, è sconsigliato tuffarsi subito dopo aver mangiato, meglio aspettare almeno un paio d’ore e, soprattutto se l’acqua è fredda, fare un ingresso graduale. Prima di entrare, poi, sempre meglio fare una corsetta sul bagnasciuga, per sgranchire le zampe e riscaldare i muscoli.


 Se è la prima volta che si tuffa, lascia che si abitui dolcemente, in acqua bassa, senza forzarlo ma incoraggiandolo con la voce e i gesti. Evita poi di farlo stancare troppo, nella foga del gioco potrebbe esagerare e faticare eccessivamente. Una volta uscito, la cosa migliore sarebbe sciacquarlo con acqua dolce, per pulirlo dalla salsedine. In mancanza, una bella spazzolata può andar bene lo stesso.


Leggi anche: Viaggiare con un cane


Rapporti di buon vicinato


Un ultima raccomandazione, per chiudere. Ricordati sempre che al mare non siete solo tu e Fido. Ci sono altre persone e magari non tutte hanno dimestichezza con i cani. Costringere il tuo cane sempre al guinzaglio sarebbe una tortura, ma se lo liberi, tienilo sempre sotto controllo affinché non si allontani e non importuni gli altri bagnanti. Anche in acqua, evita che si avvicini agli altri, soprattutto se vedi che non vogliono.